Diario dal Congo 2015, dodicesimo giorno.

Standard

812214323_5344616856466346373Giorno 12
Martedì

I giorni volano veloci eppure qui in Africa, sembra che il tempo non scorra mai .
Quanto è relativa la dimensione del tempo ! A casa si corre da mattina a sera e sembra che non basti mai, qui invece.. poche cose ma ricche di sostanza e di umanità.
Ci accorgiamo solo ora che questa è la nostra ultima settimana e ammettiamolo, nessuno osa parlare della partenza, alla sola parola..si cambia discorso.

Ormai i ritmi africani sono entrati in sintonia con i nostri e qui è doveroso sfatare un mito: non si dica che i ritmi africani sono l’attesa delle calende greche! (Almeno per quel che riguarda la missione Les Buissonnets). Sapete bene che qui i lavori cominciano all’alba e instancabili si protraggono fino al tramonto (h. 18) . E se gli uomini lavorano incessantemente in attesa di vedere finalmente la “Luce” , le donne si immergono sempre più nella realtà africana fatta di gesti, colori, ritmi, sapori del tutto nuovi ai nostri sensi !
Riusciremo a disintossicarci da tutta questa umana e sana vitalità una volta tornati alle nostre case??
In cuor mio, mi auguro che il contagio sia permanente e trasmissibile.

Leave a Reply